Ficu

24 / 02 Il Giro d’Italia in 4 Formaggi

Quattro eccellenze casearie che spaziano da nord a sud del nostro paese in assaggio in aperitivo

MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO

H. 18.00 – 20.30 | € 8 | SUGGERITA LA PRENOTAZIONE

All’ora dell’aperitivo, un tagliere con 4 pregiati formaggi italiani, per assaggiare prodotti simbolo del Bel Paese, il tutto accompagnato da un calice offerto a scelta tra vino rosso o di Monbazillac.

Formaggio piemontese, di latte vaccino e ovino. La tecnica casearia del Testun si tramanda da casaro in casaro. Il nome (“testun” in piemontese significa testone) fa riferimento a una testa grossa e dura. Così come la consistenza di questo formaggio. Formaggio a pasta dura con 4 mesi di affinamento sulle vinacce di Barolo.

Formaggio caprino della razza Girgentana, il Talè è un prodotto tipico siciliano di grande personalià, poiché riesce a trasmettere con grande eleganza i profumi tipici della macchia mediterranea siciliana. Dalla crosta di colore bianco avorio tendente arancione, è un formaggio a pasta morbida dai profumi muffati e di cantina. Il gusto è complesso, ma dolce e molto gradevole, che aumenta sensibilmente con la stagionatura.

Il pecorino di Pienza è un formaggio a pasta dura ottenuto da latte di pecora pastorizzato, caglio, sale e fermenti lattici. È un prodotto agroalimentare della zona di Pienza, nel senese, l’unico riconosciuto come tradizionale è il pecorino di Pienza stagionato inbarrique di legno di rovere per almeno 90 giorni come indicato nell’elenco della Regione Toscana (Arsia). Al momento non esiste nessun disciplinare di produzione, nessuna denominazione DOP o IGP facente capo a questo prodotto.

Formaggio siciliano, di latte caprino della Razza Girgentana. Il nome Ficu deriva dal coagulante utilizzato per la preparazione del formaggio, cioè il lattice dei rametti del fico e con la foglia dello stesso viene avvolta la forma. Stagiona da 2 a 4 settimane e si presenta con pasta morbida e cremosa, dal gusto erbaceo e acidulo.