Giovedì 6 giugno – L’Abruzzo di Valentini

Ci troviamo a Loreto Aprutino, in provincia di Pescara, zona da sempre vocata alla coltivazione della vite e dell’olivo. L’attività della famiglia Valentini presso l’omonima tenuta è attestata sin dal XVII secolo, ma è da inizio ‘900 che il lavoro in cantina si fa più produttivo, generando un’eco che tutt’oggi non accenna ad assorbirsi.

L’azienda abruzzese si distingue per il grande lavoro di studio svolto sui vitigni autoctoni, per l’aderenza a un preciso sistema di valori e per lo sguardo vigile sulla contemporaneità. La filosofia naturale, spogliata delle sue interpretazioni più astratte, assume in Valentini una chiara connotazione tecnica (oltre che etica): l’utilizzo di soli lieviti indigeni e l’assenza di controllo della temperatura sono scelte fondamentali, che non prescindono, tuttavia, dall’uso (prudente) di specifici trattamenti in vigna; Francesco Paolo Valentini è, a tal proposito, co-autore di un ambizioso contributo scientifico sui mutamenti climatici legati al progressivo anticipo delle vendemmie.
È importante, infine, assecondare i tempi di maturazione propri dell’annata, commercializzando il vino solo quando effettivamente pronto.

Giovedì 6 giugno, alle 20:00, vi invitiamo in Enoteca per approfondire la produzione di questa mitica azienda attraverso una degustazione con menu territoriale in abbinamento.
Come incipit, abbiamo scelto il Cerasuolo d’Abruzzo (vino rosato) dell’annata 2022; seguirà poi una verticale di Trebbiano d’Abruzzo con le annate 2018, 2017, 2016, 2015, 2014 e 2013; in chiusura, Montepulciano d’Abruzzo 2015.

Degustazione + cena | 200€ a persona

Data la poca disponibilità di posti, richiediamo la prenotazione con saldo anticipato entro sabato 1° giugno. Modalità: bonifico / Satispay / acquisto in Enoteca / acquisto online.